Contro invertito (Inverted double)

Il contro invertito è una tecnica dichiarativa che consiste nell’invertire il significato naturale del passo e del contro in alcune situazioni in cui l’avversario interviene e si desidera valutare l’opportunità di penalizzarlo o di dichiarare oltre.

Presupposto indispensabile per l’uso del contro invertito è la situazione forzante in cui si è certi di avere sulla linea una forza maggiore di quella avversaria, per cui l’alternativa è contrare l’intervento per lucrare ovvero dichiarare la partita. La situazione tipo è quella in cui il compagno ha surcontrato il contro informativo dell’avversario, mostrando almeno dieci punti e mano non fortemente sbilanciata, o senza un forte appoggio al colore maggiore di apertura.

In tale situazione gli avversari non devono giocare un contratto a meno che non sia contrato.

In sostanza il passo può avere significato punitivo, mentre il contro significa semplicemente che la mano potrebbe anche controgiocare, dipende dalla forza che il compagno ha nel colore avversario.

Pertanto se un avversario dichiara un colore:

  • contro mostra 2/3 carte nel colore avversario, consentendo al compagno di trasformare se ha la lunga nel colore avversario
  • passo chiede al compagno di riaprire con il contro e mostra due tipi diversi di mano: o l'intenzione di penalizzare o l'impossibilità di sostenere l'eventuale contro punitivo del compagno quindi:
  • o 4+ carte nel colore avversario, con cui si trasforma il contro di riapertura del compagno
  • oppure il massimo in mano sbilanciata con 0/1 carta nel colore avversario, con cui si dichiara sul contro di riapertura del compagno
  • un colore invece mostra il minimo e la corta nel seme avversario

La logica di tale impostazione è che quando gli avversari si sono intromessi senza molta forza non si deve permettere loro di giocare non contrati. D’altra parte molto spesso il contro ha significato di riapertura e allora si viene a creare possibile confusione. Sta agli accordi di coppia stabilire altre situazioni da contro invertito.

Garozzo per esempio indica queste situazioni:

  • dopo il surcontro si usa il contro invertito sino a livello 2SA
  • dopo aver contrato l’interferenza di 1SA
  • dopo che l’apertore ha surcontrato il contro informativo del quarto di mano, mostrando 17+

Bocchi e Duboin aggiungono alle situazioni di cui sopra anche dopo un contro punitivo, o dopo una apertura e una risposta certamente positiva.

Chi gioca Fiori forte per esempio può decidere di giocarlo dopo apertura 1♣ e risposta positiva, soprattutto se è positiva bilanciata, come ad es. 1SA per chi non gioca le risposte a controlli.

Esempi:

 

Sud

Ovest

Nord

Est

A)

1♠

contro

surcontro

2♣

 

Contro (?)

 

 

 

B)

1♠

contro

Surcontro

2♣

 

passo

passo

Contro (?)

 

C)

1♠

1SA

Contro

2♣

 

Contro (?)

 

 

 

D)

1♠

1SA

Contro

2♣

 

passo

passo

Contro (?)

 

(?) che significato dare a tutti questi contro? E al passo del compagno?

 

Con il contro invertito il problema è chiarito:

  • Nelle mani A) e C) il contro mostra 2/3 carte di e possibilità di controgiocare: se il compagno ha 4+ ♣ può trasformare.
  • Nelle mani B) e D) il passo mostra le e volontà punitiva (oppure sbilanciata); il contro è di riapertura su cui si passerà con intenzioni punitive e si dichiarerà mostrando mano forte e 0/1 carta di ♣ (ricordare che con 2/3 ♣ la dichiarazione sarebbe stata contro).